Mostra documentaria “Corsica e Toscana. Dieci secoli di storia nei documenti pisani e còrsi”

Locandina Pisa

(clicca QUI per l’invito in .pdf)

l 20 settembre si inaugura presso il Museo della Grafica una mostra sui rapporti secolari fra la Corsica e la Toscana, organizzata dall’Archivio di Stato di Pisa, che ospita una parte dell’esposizione presso la sua sede.
Le prestigiose sedi, una di fronte all’altra sulle due sponde dell’Arno, si dividono così il compito di raccontare una lunga e importante storia, principalmente attraverso documenti antichi e testimonianze scritte.
Il progetto, sviluppato in collaborazione con alcuni docenti toscani e corsi, vuole delineare un panorama dei forti e complessi legami della quarta isola del Mediterraneo con la Toscana sin dall’Alto Medioevo – quando la Corsica fu anche soggetta a Pisa – passando per il lungo periodo della dominazione genovese, per arrivare all’annessione alla Francia, dopo il breve episodio dell’indipendenza con Pasquale Paoli; senza dimenticare successivi eventi cruciali della storia delle due regioni, come l’epoca napoleonica e la Seconda guerra mondiale.
Le vicende politiche, costituiscono però solo lo sfondo del quadro che la mostra intende focalizzare, e cioè i rapporti intercorsi tra le due regioni, prima di tutto quelli socio-economici, che hanno visto nei secoli un grande afflusso di còrsi in Toscana, ed in particolare nella regione costiera, sbocco naturale sia per i commerci che per l’ emigrazione fortissima, a cui il popolo còrso è stato costretto in passato, dando origine a notevoli comunità a Pisa, Livorno, Piombino e non solo. D’altronde c’è stata a lungo anche un’importante migrazione inversa, poco conosciuta, dalla Toscana verso la Corsica, fra cui si è distinta quella stagionale di boscaioli e braccianti lucchesi e maremmani, durata sin quasi ai giorni nostri.
Fondamentali sono poi gli influssi culturali fra le élites corse ed italiane, favoriti dalla lingua comune, dai traffici commerciali e dalla costante frequentazione, sino alla prima metà dell’800, dell’Università di Pisa da parte degli isolani più acculturati. Vanno segnalati, in particolare, i rapporti fra i patrioti còrsi e toscani a partire dalla prima metà del ‘700 sino al periodo fascista – con via vai di fuoriusciti e combattenti su entrambe le coste – testimoniati anche dalla produzione di volumi e riviste.
Dal punto di vista artistico non mancano spunti e influssi interessanti come le numerose chiese romaniche còrse di stile pisano. Inoltre non si può dimenticare l’ispirazione che la Corsica ha costituito per artisti e letterati, un esempio per tutti, il Tommaseo, che ci ha insegnato l’importanza della storia e delle tradizioni popolari comuni fra l’isola a la costa toscana. A queste tradizioni è dedicata un’intera sezione della mostra, arricchita anche dai costumi della Fondazione Cerratelli e dagli abiti tipici dell’Antica sartoria di Maremma.
In realtà tutta l’esposizione si svolge su due piani, uno dedicato ai ceti dirigenti e l’altro ai ceti popolari.
E per ultimo c’è la cornice del mare con i grandi protagonisti del passato, i cavalieri di S. Stefano, i mercanti ed i pirati. Per concludere, una grande storia dimenticata dai più, che ora può essere finalmente recuperata nell’ambito della nuova integrazione europea, ed una occasione per la Corsica e la Toscana di far conoscere il loro ruolo nella cultura del Mediterraneo.
L’esposizione resterà aperta per due mesi, sino al 24 novembre, per essere poi trasferita in Corsica, a Bastia, dove all’inizio del 2014 il legame secolare con la Toscana sarà celebrato anche da un convegno.

One thought on “Mostra documentaria “Corsica e Toscana. Dieci secoli di storia nei documenti pisani e còrsi”

  1. Pingback: CARMELO BORG PISANI Patriota italiano e maltese | ULISSE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s